Creazione 2019 di Angelin Preljocaj per il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala, commissione della prestigiosa Fondazione Lirica nell’ambito del ciclo di balletti su musica da camera, Winterreise rivive ora, per l’apertura di Bolzano Danza, con il Ballet Preljocaj, la compagnia fondata e guidata dal coreografo francese. Winterreise, capolavoro di Franz Schubert, è un ciclo di Lieder per voce e pianoforte composto sulle liriche del poeta Wilhelm Müller: episodi di un viaggio disperato verso la morte di un uomo tradito dalla propria amata. Un tuffo nell’universo poetico dei Lieder la cui carica emotiva trasporta gli spettatori nell’abisso di un viaggio interiore. In scena, insieme ai dodici danzatori del Ballet Preljocaj, il basso-baritono Thomas Tatzl e il pianista James Vaughan, interpreti di primordine parte del progetto sin dal debutto scaligero. Ispirato dalle liriche di Müller, ma anche dal Werther di Goethe, Preljocaj costruisce una coreografia non narrativa, tempestata di stati d’animo e simboli tratti da ciascun Lied e dall’immagine di un lento viaggio ‘verso la morte’. L’impianto è corale, non esiste un protagonista: tutti i danzatori rappresentano le molteplici facce dello spettro del sentire umano.
Coreografia: Angelin Preljocaj Musica: Franz Schubert, Winterreise (D.119) Basso-baritono: Tomas Tatzl Pianoforte: James Vaughan Scena: Constance Guisset Lighting design: Éric Soyer Auftrag: Teatro alla Scala di Milano

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.