Nel segno di Modigliani: la prima mostra interattiva

Amedeo Modigliani mostra interattiva

Nel segno di Modigliani: la prima mostra interattiva

Nel segno di Modigliani è la prima mostra interattiva in occasione delle celebrazioni del Centenario della scomparsa dell’artista (1920-2020)


Advertisements

Pochi uomini hanno incarnato come Modigliani il mito romantico del pittore geniale e trasgressivo, artista senza maestri e senza allievi.
Soffocato dalla malattia che l’ha costretto a una vita breve ma intensa, drammatica e memorabile.

Tutti coloro che posarono per lui dissero di essere ritratti da Modigliani era come farsi spogliare l’anima

In una straordinaria mostra ”Nel segno di Modigliani”, dal 29 ottobre 2020 on-line gratuitamente in italiano e in inglese sul sito dell’Istituto Amedeo Modigliani e sul sito dedicato www.nelsegnodimodigliani.it, sarà possibile ripercorrere tutti gli aspetti che contribuirono a rendere unica e irripetibile la vita del grande artista. La mostra ricrea ‘atmosfera, culturale e familiare, in cui maturò l’esperienza artistica e personale di Modigliani, attraverso un luogo ideale dove ritrovare le persone, i ricordi, le donne, gli amici, gli affetti.

Advertisements

Il visitatore si troverà ospite atteso tra gli ambienti ben allestiti, attraverso la ricostruzione virtuale, della casa di Grugua in Sardegna, appartenuta a Flaminio Modigliani dove Amedeo passava le sue estati. Oltre 60 capolavori, decine di fotografie storiche e alcuni video arricchiscono l’esperienza: il visitatore potrà avvicinarsi ai quadri, interagire con essi, ingrandirli per coglierne la qualità pittorica, leggerne le didascalie, i commenti tecnici e storici esattamente come all’interno di una straordinaria esposizione fisica ma soprattutto potrà emozionarsi ascoltando le parole di Amedeo e dei suoi amici che accompagneranno il visitatore nel tour.

Advertisements

La mostra Nel segno di Modigliani, con il contributo della Regione Lazio, è stata ideata, organizzata e sostenuta dall’Istituto Amedeo Modigliani che ha curato anche la direzione scientifica in collaborazione con Roberto Pantè, direttore artistico che ha realizzato il virtual tour nella casa-atelier.

Il progetto, innovativo e inedito, rappresenta l’omaggio dell’Istituto alle celebrazioni del Centenario della scomparsa dell’artista con il desiderio di contribuire alla divulgazione della conoscenza della vita e delle opere del pittore, mission fondamentale dell’Istituto.

La virtual exhibition offre al visitatore la possibilità di conoscere più da vicino la vita personale dell’artista e le sue opere attraverso un percorso, guidato da voci narranti, che si snoda tra stanze in cui sono custoditi ricordi, dipinti e oggetti quotidiani.

Advertisements

Ad accogliere il visitatore nel percorso Nel segno di Modigliani ci sarà lo stesso Amedeo che presenterà la sua stanza, Lili di Montparnasse svelerà i nudi, l’amata Jeanne Hébuterne mostrerà i suoi ritratti, Beatrice Hasting farà conoscere più da vicino i mentori dell’artista italiano e l’amico Kisling condurrà nella stanza dei ritratti. La loro voce guiderà nel percorso e la loro biografia arricchirà la mostra. Non manca la stanza dei ricordi che custodisce alcune foto degli affetti più cari e una sala cinema per arricchire l’esperienza.

Infine nell’ultima stanza è allestito un bookshop che darà la possibilità al visitatore di acquistare i prodotti di merchandising della mostra, tenendo con sé un ricordo dell’esperienza, come fosse davvero avvenuta in presenza.

Nel segno di Modigliani: contatti e info

Istituto Amedeo Modigliani

Sito web dell’Istituto


Leggi anche…

Marion Fink, artista eclettica
Adébayo Bolaji: arte, mutamento e connessione
Nel segno di Modigliani: la prima mostra interattiva
Salvador Dalì e le copertine di Vogue: un nuovo modo di guardare l’artista