Press "Enter" to skip to content

CINA MILLENARIA: SECONDA STELLA A DESTRA E POI…

Che cosa percepiamo oggi della Cina? Un confuso frastuono. Tecnologie e industrializzazione caratterizzate per loro natura dalla ‘velocità’ tipica della cultura occidentale ma che in qualche modo non ci aspettavamo.
Una conoscenza vaga dell’antica saggezza e filosofia antica in netto contrasto con l’immagine, non più rurale, bensì metropolitana di questo misterioso Paese.

Come ha giustamente osservato Simon Leys a proposito della Cina e della sua cultura

“Dal punto di vista occidentale, è semplicemente l’altro polo dell’esperienza umana.
Tutte le altre grandi civiltà sono morte (Egitto, Mesopotamia, America precolombiana) o assorbite troppo esclusivamente da problemi di sopravvivenza in condizioni estreme (culture primitive), o troppo prossime a noi (culture islamiche, India) per poter offrire un contrasto cosi totale, un’alterità cosi completa, un’originalità cosi radicale e illuminante quanto la Cina.
Soltanto quando consideriamo la Cina possiamo davvero prendere una misura più esatta della nostra identità, e cominciamo allora a percepire quale parte della nostra umanità appartiene all’umanità universale […]”


Chi si erge sulla punta dei piedi non sta dritto 

Chi fa passi doppi non cammina 

Chi si ostenta agli occhi di tutti è senza luce 

Chi si dà sempre ragione è senza gloria 

Chi si vanta dei suoi talenti è senza merito 

Chi si gloria dei suoi successi non è fatto per durare. 


Laozi, 24

SPAZIO PUBBLICITA’


Cina millenaria
Dalla più remota antichità, nei primi documenti scritti, si attestano le connotazioni originali della civiltà cinese, che affonda le sue radici nel culto degli antenati e nel carattere divinatorio della scrittura e della razionalità…
La linea del tempo va dal III millennio avanti Cristo al 1949 della Repubblica Popolare. Si attraversano tutte le Dinastie e i movimenti intellettuali e politici che ancora oggi citiamo.


DAO: conoscenza e azione
Nel DAO è importante il saper procedere, la strada che si intraprende piuttosto che fine ultimo, lo scopo.
Nel IV sec. a.C., Zhuangzi afferma: “Ciò a cui diamo il nome di Dao è ciò che prendiamo per camminare”


SPAZIO PUBBLICITA’


I-Ching, lo strumento che permette di prendere la corretta decisione
La prima interpretazione dell’I-Ching fu scritta intorno all’anno 1000 d. C. e fu ampliata da Confucio intorno al 600 d.C.
Utilizzato come strumento decisionale strategico da allora fino ad oggi.

1) I Ching – Il Libro dei Mutamenti
2) Come consultare l’Oracolo
3) I Ching: strumento per prendere decisioni importanti nel lavoro, nella famiglia, in amore e nell’educazione
4) I-Ching – Tabella completa degli esagrammi


Esagramma 18 – L’emendamento delle cose guaste
THE CHINA STUDY del dott. Colin Campbell: è davvero necessario leggerlo?
MATRIKA SHAKTI: le piccole madri della “creazione”, quella forza sottile che si cela dietro il pensiero e la parola
Resilienza nell’essere umano: quali risorse abbiamo?
Geometria sacra e linguaggio della luce: intervista a Homaya Amar
Se esiste una Strada, il percorso è circolare…
«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001».