Spazio pubblicità...

Il Lago dei Cigni – la storia d’amore del balletto classico

Spazio pubblicità...

Il Lago dei Cigni, il balletto, è la storia d’amore più nota del balletto classico. Il trionfo del bene sul male viene espresso dal contrasto tra la purezza del Cigno Bianco e l’oscurità del Cigno Nero. Forte talento drammatico, passione e virtuosismi.
Il successo senza tempo di questo balletto è dato dalla relazione tra il corpo umano e le movenze dei cigni immaginati dal coreografo tra variazioni, passi a due e assoli che hanno fatto la storia del balletto classico.


Il Lago dei Cigni Tchaikovsky
Una scena de Il Lago dei Cigni del Russian Classical Ballet

Un altro momento di forte impatto è l’incantevole “Danza dei piccoli cigni”. Il prestigio e la notorietà senza tempo raggiunti da Il Lago dei Cigni sono esaltati dalla musica ispiratrice di Pyotr Tchaikovsky e dalla grande inventiva ed espressività delle coreografie di Marius Petipa. La genialità del suo potenziale coreografico e artistico culmina nel tradurre la relazione tra il corpo umano e le movenze dei cigni. Pyotr Tchaikovsky ha composto quest’opera in modo trascendentale. La Suite Op.20 rende eterno il nome del compositore. Il successo delle sue composizioni deriva dalla capacità di esprimere i suoi sentimenti attraverso il linguaggio musicale. Si creano quindi melodie intense ed emotive. La messa in scena del Russian Classical Ballet esalta la poesia romantica, presentando una Produzione con sontuose scenografie, raffinati costumi e un cast guidato da stelle dello scenario internazionale del balletto.

Balletto di Mosca – Russian Classical Ballet – Il Lago dei Cigni

La trama

Ecco il Principe Siegfried e un’adorabile principessa del cigno di nome Odette.
Odette trascorre le sue giornate nella forma di un cigno che nuota in un lago di lacrime mentre le sue notti le trascorre nella sua meravigliosa forma umana. Infatti Odette è sotto l’incantesimo di un stregone.
Siegfried e Odette si innamorano quasi immediatamente e come nella maggior parte delle fiabe , dallo svolgersi degli eventi, non tutto va come si vorrebbe…

Atto I


Il principe Siegfried arriva alla celebrazione del suo 21 ° compleanno nei cortili del palazzo. Qui trova tutte le famiglie reali e i cittadini che ballano e festeggiano, mentre le ragazze cercano con ansia la sua attenzione.
Durante la squisita celebrazione, sua madre gli dà una balestra. Lei lo informa che, essendo ormai maggiorenne, il suo matrimonio sarà organizzato in breve tempo. Il realizzarsi improvviso delle sue future responsabilità, prende la balestra e corre nel bosco con i suoi compagni di caccia.

Atto 2


Il principe Siegfried si ritrova solo in un luogo tranquillo vicino a un lago incantato dove i cigni fluttuano delicatamente sulla sua superficie. Mentre Siegfried osserva, vede il cigno più bello con una corona in testa.
Gli amici di caccia presto lo raggiungono, ma ordina loro di andarsene in modo da poter star da solo. Al calare del tramonto, il cigno con la corona si trasforma nella più bella giovane donna che abbia mai visto. Si chiama Odette, la regina dei cigni.
Odette informa il giovane principe di uno stregone malvagio, Von Rothbart, che sembra essere travestito da mentore del principe Siegfried.
Fu Rothbart a trasformare lei e le altre ragazze in cigni e il lago non era formato altro che dalle lacrime del pianto dei genitori. Lei gli dice che l’unico modo in cui l’incantesimo può essere infranto è se un uomo, puro di cuore, promette il suo amore per lei.
Il principe, in procinto di confessare il suo amore per lei, viene rapidamente interrotto dal malvagio stregone.
Prende Odette dall’abbraccio del Principe Siegfried e comanda a tutte le fanciulle di cigni di danzare sul lago e sulla sua riva in modo che il principe non possa inseguirle. Il principe Siegfried rimane da solo sulla riva del lago.


Spazio pubblicità...

Atto 3

Il giorno successivo alla celebrazione formale nella Royal Hall, il Principe Siegfried viene presentato a diverse faniculle. Sebbene le donne siano degne della sua attenzione, non può smettere di pensare a Odette.
Sua madre gli ordina di scegliere una sposa, ma non può ed ella soddisfa la richiesta di sua madre ballando con loro.
Mentre il principe balla, le trombe annunciano l’arrivo di Von Rothbart. Porta sua figlia, Odile, su cui ha lanciato un incantesimo per assumere le sembianze di Odette. Il principe è affascinato dalla sua bellezza e balla con l’impostore.
Il principe presto confessa dichiara il suo non sapendo che si tratta di Odile ela scena avviene mentre Odette a sua insaputa lo sta guardando di nascosto da una finestra.
Inorridita, Odette fugge nella notte. Il principe Siegfried vede la vera Odette che corre dalla finestra e si rende conto del suo errore. Alla sua scoperta, Von Rothbart rivela al principe la vera apparizione di sua figlia Odile. Il principe Siegfried lascia rapidamente la festa e insegue Odette.


Atto 4


Odette è fuggita al lago e si è unita al resto delle ragazze nella tristezza. Il principe Siegfried le trova riuniti sulla riva consolandosi a vicenda. Spiega a Odette l’inganno di Von Rothbart e lei gli concede il suo perdono.
Non ci vuole molto perché Von Rothbart e Odile appaiano nelle loro forme malvagie, non umane e in qualche modo simili a uccelli. Von Rothbart dice al principe che deve attenersi alla sua parola e sposare sua figlia. Segue una lotta.
Il principe Siegfried dice a Von Rothbart che preferirebbe morire con Odette piuttosto che sposare Odile. Quindi prende la mano di Odette e insieme saltano nel lago.
L’incantesimo è rotto e i cigni rimanenti si trasformano in umani. Guidano rapidamente Von Rothbart e Odile nell’acqua dove anch’essi affogano. Le ragazze guardano gli spiriti del principe Siegfried e Odette salire nei cieli sopra il lago dei cigni.

Spazio pubblicità...

Storia: le musiche

Il titolo originale del balletto, come indicato sulla partitura del manoscritto, era Lake of the Swans (Озеро лебедей), e la sua storia deriva da una fiaba tedesca.
Il Lago dei Cigni, op. 20, fu la prima delle partiture di balletto di Tchaikovsky , composta tra l’agosto 1875 e l’aprile 1876, con aggiunte e revisioni nel 1877.
Dopo la morte del compositore, il fratello Modesto Tchaikovsky e il Direttore Riccardo Drigo rivisitarono la partitura del balletto che, per molti aspetti, si discosta in modo marcato dalla colonna sonora originale.

Spazio pubblicità...

Il Libretto

Il libretto del balletto è stato stampato per la prima del 1877 , in cui trama e testo corrispondono allo scenario scritto dal compositore.
Tuttavia, la paternità del libretto di Swan Lake è stata a lungo in dubbio.
Nella sua biografia del compositore, il fratello Modesto Ciajkovskij nominò Begichev e Geltser come autori congiunti del libretto.
I materiali recentemente scoperti dall’archivio musicale del teatro Bolshoy supportano pienamente l’ipotesi e ci danno anche il nome della ballerina per la quale è stato scritto il balletto: la prima ballerina Lidiya Geyten.


Spazio pubblicità...

Spazio pubblicità...


Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.