Seattle: la mostra della Marvel al MoPOP Meseum

Marvel i super eroi

Dal 21 aprile 2018 al 6 gennaio 2019 il MoPOP, Museum of Pop Culture, di Seattle presenta la storia di quasi 80 anni della Marvel Comics nella sua più grande esposizione mai messa in scena. La mostra, intitolata “Marvel: Universe of Superheroes”.
Nell’ultimo decennio, i Marvel Studios hanno prodotto 18 lungometraggi, sei serie televisive Netflix e tre serie televisive ABC. Con personaggi come Spider-Man, Hulk e Black Panther, la Marvel ha rivoluzionato l’industria dei media, secondo il professore di inglese e fumetti dell’Università di Oregon, Ben Saunders, che ne ha curato la mostra.
Secondo Saunders, la mostra segna un punto di svolta per la Marvel perchè i supereroi non sono più solo per le persone che leggono i fumetti nè rappresentano una subcultura, bensì una parte influente della cultura popolare tradizionale
BENJAMIN SAUNDERS / CHIEF CURATOR
Benjamin Saunders, è professore di inglese presso l’Università dell’Oregon e il direttore fondatore del corso di laurea in studi sui fumetti, il primo nel Paese.
Ha organizzato tre importanti mostre di arte comica per la Giordania Schnitzer Museum of Art, tra cui la più grande mostra fino ad oggi sull’opera del leggendario artista del fumetto Jack Kirby. E’ l’autore di Do the Gods Wear Capes? (Continuum, 2011), coeditore di Comic Book Apocalypse (California State University, 2016), un’antologia di saggi su Jack Kirby.
Non è stato facile per Saunders curare una mostra che racchiudesse la vasta e complessa storia di 80 anni della Marvel. E’ stato difficile per lui e per i suoi collaboratori come Randy Duncan, uno studioso di fumetti e professore alla Henderson State University in Arkansas, di fare un passo indietro rispetto alle loro conoscenze accademiche. Avevano bisogno di avere fan accaniti e persone che non hanno mai visto un film Marvel godersi la mostra.

Locandina della mostra Marvel a Seattle

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.